INARZO NUOVI APPARTAMENTI CON GIARDINO PRIVATO

  • Veranda
  • studio 2
  • inarzo
  • inarzo 1
  • App 1 - Soggiorno
  • App 1 - Cucina4
  • App 1 - Camera

  185,00€ - Appartamento
2 Camere da letto 2 Bagni 1 Garage
 
 Aggiungi ai Preferiti
Stampa

Nuovi appartamenti in Classe A Nel comune di Inarzo, proponiamo in vendita 7 unità abitative, disposte su 2 piani (terra e primo) e dotate di giardino privato. Le abitazioni, sono ricavate dalla ristrutturazione di un tipico casale lombardo ristrutturato con le più recenti tecnologie per quanto riguarda gli impianti e con l’ utilizzo di materiali naturali per ottenere un’ ottimo risultato ai fini dell’ isolazione. La scelta è stata quella di ricavare dalla ristrutturazione, delle comode abitazioni di tipo trilocale, complete di doppi servizi. Ogni abitazione, dispone di ingresso indipendente, giardino privato e posto auto coperto. A disposizione del complesso, verde e parcheggi comuni. La consegna è prevista per la fine del 2019, con la possibilità di scegliere i materiali di rifinitura da un’ ottimo capitolato. Di assoluto interesse, la possibilità di accedere a sgravi fiscali. Prezzi a partire da 185.000 euro

 

Inarzo si trova ad una quota di circa 282 m s.l.m., tra la sponda meridionale del Lago di Varese e la catena di collinette che vanno da Casale Litta ad Azzate. Confina con Cazzago BrabbiaBodio Lomnago, Bernate (fraz.di Casale Litta), Varano BorghiTernate e Biandronno.

II territorio comunale, di circa 258 ettari, è costituito per metà di prati e campi e per l’altra metà da una parte della Palude Brabbia, più una piccola zona boschiva a monte. C’è un piccolo corso d’acqua, il Riale, che nasce a Lomnago e scende a sud del paese, attraversando poi la palude Brabbia e sfociando nel Canale Brabbia. Geologicamente si tratta di terreno morenico modellato dal ritiro di un ramo del ghiacciaio del Verbano che tracimava a Laveno lambendo il Campo dei Fiori e occupando gli attuali laghi di Varese, Comabbio, Monate e la palude Brabbia, e defluendo verso il Ticino.

Successivamente il ghiacciaio si ritirò e il flusso delle acque si invertì, scendendo verso il lago Maggiore tramite il fiume Bardello, l’emissario del lago di Varese.

Altre Proprietà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *